Di cosa si tratta?

Il codice a barre, come ci indica la parola stessa, consiste in quelle fastidiose rughette verticali che circondano le labbra. Sono pieghe della cute che si formano nel corso del tempo per il continuo movimento che il muscolo orbicolare della bocca effettua giornalmente.

Pensiamo a quante volte nel corso della giornata muoviamo questo muscolo per parlare, o fumare, o esprimere la nostra mimica facciale. Proprio per questo è molto frequente che il codice a barre compaia in pazienti che fumano da tempo, proprio per il movimento reiterato di stringere con le labbra la sigaretta (rughe del fumatore), ma spesso compare anche in pazienti che non hanno mai fumato, ma che muovono molto l’orbicolare nel parlare.

E’ molto importante trattarlo quando comincia a presentarsi, prima che la ruga diventi molto profonda, perché il risultato è notevolmente migliore, ma possiamo migliorarlo anche se la ruga ormai è già formata, impedendo che peggiori e si faccia più evidente.

Come si esegue il trattamento?

Anche in questo caso si utilizzano filler all’acido ialuronico molto morbidi e plastici, contenenti anestetico e specifici per la regione periorale. La dott.ssa Rispoli utilizza la tecnica della microcannula per questo trattamento, perché risulta molto meno traumatica per il tessuto rispetto a molte iniezioni effettuate con un ago. Si evitano inoltre ecchimosi ed eccessivo gonfiore della zona trattata e il prodotto viene distribuito in modo più uniforme, evitando accumuli fastidiosi. Il trattamento con microcannula risulta inoltre non doloroso per le pazienti.

I risultati sono immediati?

Sicuramente si nota subito la distensione delle rughe e il miglioramento, ma come tutti i filler è importante aspettare qualche giorno per vedere il risultato definitivo, in quanto il prodotto si deve integrare nel tessuto e quest’ultimo deve assestarsi nel post-trattamento.

Rimarranno segni?

Un pò di gonfiore nel post trattamento è assolutamente normale; la probabilità di ecchimosi è molto bassa con il trattamento eseguito con microcannula al posto del tradizionale ago.

Quanto dura nel tempo il filler?

Il risultato è variabile, ma indicativamente si effettua una volta o due all’anno, dipende molto dalla profondità delle rughe, dal danneggiamento della pelle e da molti altri fattori soggettivi.