La dottoressa Rispoli si avvale della collaborazione del chirurgo plastico specialista di sua fiducia con il quale esegue i seguenti interventi.

Blefaroplastica

La regione palpebrale può presentare diversi inestetismi, che possono essere migliorati con questo intervento. Si presentano più frequentemente alla palpebra superiore sottoforma di eccessi cutanei che determinano delle pieghe che possono giungere a coprire tutta la palpebra, limitando nei casi più gravi il campo visivo.

Questi eccessi cutanei nella palpebra inferiore, sono rappresentati da grinze oblique. Altri inestetismi sono rappresentati dalle borse adipose sia superiori che inferiori. L’associazione di questi fattori conferisce agli occhi un aspetto affaticato, gonfio, invecchiato.

L’intervento può consistere nell’asportazione della pelle in eccesso, oppure estendersi alla riduzione delle borse adipose;può comprendere anche il ‘riassetto’ della muscolatura palpebrale fino a poter modificare il taglio dell’occhio. L’intervento presenta dei limiti, cioè l’impossibilità di eliminare del tutto le ‘zampe di gallina’, ma in questo ci viene incontro il botulino, da effettuare come trattamento complementare all’intervento.

Liposcultura

La lipoaspirazione (o liposcultura o liposuzione) viene eseguita per asportare gli eccessi di tessuto adiposo localizzati in sedi diverse (fianchi, cosce, glutei, ginocchia, addome, caviglie,braccia, regione sottomentoniera, ecc.), al fine di migliorare il profilo corporeo.

L’eliminazione dell’aspetto ‘a buccia d’arancia’ tipico della cellulite, non rappresenta una finalità dell’intervento. La lipoaspirazione può eliminare i cuscinetti di grasso che non rispondono ai metodi di dimagrimento. I migliori candidati alla liposcultura sono pazienti di peso normale o lievemente in sovrappeso con pelle tonica ed elastica, che presentano accumuli adiposi in alcune aree corporee.

L’intervento può essere fatto a qualsiasi età, godendo di buona salute.

Mastoplastica Additiva

L’intervento di mastoplastica additiva viene eseguito per modificare in senso migliorativo la forma e il volume delle mammelle che non si sono mai sviluppate in modo completo (ipoplasia) oppure di mammelle svuotate ed eventualemente discese a seguito di allattamenti o di cali ponderali.

Il altri casi l’intervento viene eseguito per correggere un’asimmetria dei seni. Consiste nell’inserimento di apposite protesi, sotto la ghiandola o più profonde, sotto il muscolo pettorale e può conferire al seno caratteristiche di consistenza, rotondità e proiezione tali da renderlo di aspetto più gradevole.

In caso le mammelle fossero molto discese (pendule), può essere opportuno associare all’impianto di protesi un intervento di mastopessi.

Mastopessi

Nel corso degli anni le mammelle perdono il loro tono e la loro forma originaria, a causa della variazione della componente ghiandolare, adiposa e della pelle di cui sono fatte.

L’invecchiamento, la forza di gravità, l’allattamento o la perdita di elasticità della pelle sono le cause della ptosi (caduta) mammaria. L’intervento di mastopessi consiste nell’asportazione della pelle in eccesso, nel riposizionamento in sede corretta del complesso areola-capezzolo e di norma anche nel rimodellamento della ghiandola.

Se oltre allo stiramento della pelle si è anche verificata una diminuzione di ghiandola e tessuto adiposo, oltre alla forma dovrà essere anche ripristinato il volume della mammella mediante l’inserimento di protesi. La mastopessi permette di risollevare i seni consentendo di innalzare il livello delle areole e dei capezzoli. Con tale intervento è inoltre possibile ridurre il diametro di areole troppo grosse.

Mastoplastica Riduttiva

L’intervento viene eseguito per ridurre le dimensioni e correggere la forma di mammelle eccessivamente sviluppate e cadenti. Consiste nell’asportazione dell’eccesso di pelle, ghiandola e tessuto adiposo e nello spostamento dell’areola e del capezzolo in una nuova sede, più in alto. In tal modo vengono conferite alla mammella caratteristiche di volume, rotondità e proiezione tali da renderla di aspetto più gradevole e naturale.

La mastoplastica riduttiva consente in oltre di correggere apprezzabili differenze di volume tra le due mammelle. E’ bene ricordare che una simmetria perfetta tra mammelle in forma e volume, in natura non esiste ed è quindi estremamente difficile da ottenere.

Ulteriore vantaggio dell’intervento è dal punto di vista non solo estetico, ma anche funzionale. Infatti, con l’intervento viene ridotta la sensazione di tensione dolorosa avvertita a livello delle mammelle in casi di seni molto abbondanti; in oltre, può essere ridotto il peso che può condizionare le normali attività quotidiane di una persona e alleviati i disturbi dovuti ad una postura della schiena erronea dovuta all’eccessivo peso delle mammelle; in fine, si possono ridurre le dermatiti e le irritazioni in regione sottomammaria delle donne con decubito della mammella troppo grossa.

Rinoplastica

Consente la correzione del profilo e della morfologia del naso. E’ indicata, oltre che per finalità estetiche, nella correzione di deformità congenite o acquisite, negli esiti di trauma e nel trattamento di alcuni problemi respiratori.

Il miglioramento si ottiene attraverso la riduzione e il rimodellamento dello scheletro cartilagineo e osseo del naso. Il grado di miglioramento varia da individuo a individuo ed è influenzato dalla qualità della cute e dalla forma e dimensioni dello scheletro sottostante.

E’ possibile ridurre o aumentare il volume del naso, cambiarne la forma della punta o del dorso,restringere le narici, cambiare l’angolo tra naso e labbro superiore o tra naso e fronte. Il naso deve essere visto globalmente inserito nell’insieme del volto e armoniosamente integrato rispetto alle sue proporzioni. L’obiettivo dell’intervento è di correggere i difetti, mantenedo la naturalezza. Non è consigliabile, ad esempio, riprodurre la forma del naso secondo una foto o un modello predefinito non personalizzato.

Nel corso dell’intervento può essere corretto anche il setto nasale se deviato e i turbinati, per eliminare eventuali problemi respiratori.

Addominoplastica

Questo intervento viene eseguito per eliminare l’eccedenza di cute e tessuto adiposo sottocutaneo che può produrre evntuali inestetismi, quali pieghe, ondulazioni, o addirittura un vero e proprio ‘grembiule’ che ricopre la regione pubica.

Esso consiste nell’asportazione dell’eccesso di pelle e conferisce all’addome un aspetto più gradevole e naturale. Possono così essre eliminati i problemi di dermatiti o di difficoltà nei movimenti o nella scelta degli indumenti in chi ha un addome globoso.

All’asportazione dell’eccesso di cute, se necessario, può essre associata l’aspirazione del tessuto adiposo in eccesso mediante liposuzione. Nel caso coesista l’allontanamento dei muscoli retti (diastasi) può essere eseguito il riavvicinamento e rinforzo con eventuale rete e sutura.

L’intervento permette perciò di rendere l’addome più piatto.

Microautotrapianto monofollicolare per calvizie

Nell’ambito della terapia chirurgica della calvizie, l’intervento di microautotrapianto follicolare rappresenta la metodologia più efficace nella risoluzione della alopecia androgenetica: un problema di natura complessa e diffusamente sentito soprattutto nel genere maschile (l’80% nell’arco della vita manifesta questo disagio), ma che coinvolge anche le donne (assottigliamento progressivo del capello e successivo diradamento).
Intervengono anche la predisposizione genetica, gli ormoni, lo stress, i trattamenti medici (farmaci), le malattie autoimmuni, le cicatrici, le ustioni ed anche le carenze alimentari.

La condizione più diffusa però è l’alopecia androgenetica che, associata ad alti livelli di ormone maschile, altera in modo progressivo il ciclo di crescita del capello fino alla sua caduta. Il paziente che si rivolge al Dott. Tonini vuole ovviamente risolvere la mancata presenza o il diradamento dei capelli, ma in alcuni casi desidera superare anche un malessere generale che causa notevoli ripercussioni sulle proprie relazioni sociali.

Otoplastica

L’intervento per la correzione delle orecchie a ventola.

Malaroplasica

Aumenta il volume degli zigomi.

Ricostruzione mammaria

Ricostruzione del seno post-mastectomia

Ginecomastia

Correzione di un seno simil-femminile dell’uomo

Gluteoplastica

Aumenta e solleva i glutei donando tono e volume.

Lifting e minilifting

Riposiziona la pelle e i tessuti del viso e del collo distendendo le rughe, ridefinendo i lineamenti e donando al look un aspetto più giovane.

Lifting cosce e braccia

Chirurgia estetica dei genitali maschili e femminili

Revisioni cicatrici

Diagnosi e terapia chirurgica dei nei, cisti e neoformazioni cutanee del corp0